Il legamento crociato anteriore (LCA) e il legamento crociato posteriore (LCP) esercitano un ruolo determinante per la stabilità del ginocchio.

Traumi distorsivi dell’articolazione del ginocchio che talvolta possono coinvolgere anche i legamenti collaterali e i menischi possono provocare la rottura del LCA e del LCP, come di frequente accade negli sportivi, e una conseguente instabilità e limitazione funzionale.

Le lesioni del LCA che provocano un’insufficienza biomeccanica del LCA con instabilità articolare prevedono la ricostruzione chirurgica in quanto il legamento crociato, una volta rotto, non può guarire perchè la sua vascolarizzazione è insufficiente a garantire autonomi processi riparativi.

legamenti crociati

Il trattamento delle lesioni del LCP è per la maggior parte dei casi conservativo tranne in casi selezionati.

Molteplici sono le tecniche per la ricostruzione del LCA: le più comuni sono quelle che prevedono il prelievo del tendine rotuleo o dei tendini gracile e semitendinoso e l’innesto al posto del legamento lesionato.

In casi selezionati (controindicazioni all’utilizzo di tendini omologhi e revisioni) si prendono in considerazione l’impianto di tessuto omologo (allograft) e di tessuto artificiale (LARS).

La tecnica di ricostruzione eseguita sotto controllo artroscopico indipendentemente dal tipo di innesto prevede la creazione di due tunnels ossei attraverso i quali viene passato il trapianto che viene poi fissato con mezzi di sintesi riassorbibili.

La procedura viene comunemente eseguita in regime di day surgery (ricovero il mattino e dimissione la sera); è possibile in alcuni casi che venga consigliato il ricovero per una notte.

Il postoperatorio viene generalmente gestito mediante l’utilizzo di un tutore articolato per 2-3 settimane e il carico viene concesso progressivamente con l’ausilio di stampelle.

Il paziente viene seguito dal chirurgo durante tutto il programma riabilitativo, che si sviluppa per tappe, fino al ritorno all’attività sportiva che avviene a sei mesi dall’intervento

 

Bibliografia

  1. Fu FH, Bennett CH, Lattermann C, Ma CB. Current trends in anterior cruciate ligament reconstruction. Part 1: Biology and biomechanics of reconstruction. Am J Sports Med 1999; 27(6): 821-30.
  2. Mountcastle SB, Posner M, Kragh JF Jr, Taylor DC. Gender differences in anterior cruciate ligament injury vary with activity: epidemiology of anterior cruciate ligament injuries in a young, athletic population. Am J Sports Med 2007; 35: 1635-42.
  3. Marx RG, Jones EC, Angel M, Wickiewicz TL, Warren RF. Beliefs and attitudes of members of the American Academy of Orthopaedic Surgeons regarding the treatment of anterior cruciate ligament injury. Arthroscopy 2003 Sep; 19(7): 762-70.
  4. Kapoor B, Clement DJ, Kirkley A, Maffulli N. Current practice in the management of anterior cruciate ligament injuries in the United Kingdom. Br J Sports Med 2004; 38(5): 542-4.